fbpx

Energia, la Sicilia accelera sulle fonti rinnovabili

Energia, la Sicilia accelera sulle fonti rinnovabili

Energia, la Sicilia accelera sulle fonti rinnovabili

“Il bilancio dell’iniziativa è molto positivo, abbiamo avuto una grande partecipazione delle scuole, degli ordini professionali e dalle organizzazioni di categoria. Hanno partecipato oltre 5000 persone nelle varie tappe che abbiamo fatto in giro per la Sicilia, quindi siamo molto soddisfatti di questo risultato. I temi sono ovviamente abbastanza delicati e in questo momento sono sensibili, quindi la gente ha partecipato e noi di questo siamo molto soddisfatti”.
Così Roberto Sannasardo, Energy Manager della Regione Siciliana, nel corso della conferenza stampa a Palermo a conclusione della campagna di comunicazione cross-mediale “Le Energie della Sicilia”, ideata dal Dipartimento regionale e cofinanziata con le risorse del PO FESR Sicilia 2014-2020. Un viaggio che negli ultimi mesi ha coinvolto le 9 province siciliane. “Il messaggio fondamentale è che l’energia è un bene prezioso – sottolinea Sannasardo -. Quando si parla di efficienza energetica non parliamo di filosofia, ma di risorse economiche importanti. Bisogna cominciare a ragionare su come utilizzare al meglio l’energia senza rinunciare al tenore di vita che abbiamo, ma stando attenti a dei particolari atteggiamenti come ad esempio quello dello stand-by della tv. Abbiamo insistito molto su questo tema, ci consente di risparmiare energie ed evitare di avere altre emissioni da fonti fossili che in questo momento cominciano a diventare assolutamente stringenti per tutto quello che sappiamo sui cambiamenti climatici”.
I costi sono aumentati, la soluzione è quella dell’efficienza energetica che “produce comunque un risparmio in bolletta ed è immediatamente tangibile. Dopodichè è chiaro che il mercato e l’evoluzione che oggi abbiamo in Sicilia per quanto riguarda le fonti rinnovabili fanno sì che l’energia elettrica cominci a costare un pò meno e comunque avete visto che c’è un trend in discesa: sia per l’approvvigionamento diverso delle fonti energetiche che è stato fatto a livello nazionale ed europeo, sia per il fatto che si sono sviluppate moltissime fonti rinnovabili in Sicilia che ci hanno consentito di tenere con un minimo di attenzione i prezzi sotto controllo. L’amministrazione regionale sta lavorando su questo tema perché  uno dei prossimi step ai quali arriveremo è quello del cambio del sistema di fatturazione. Ciò comporterà che se in un territorio ci sono moltissime fonti rinnovabili il prezzo zonale sarà più basso e quindi ne usufruiranno sia le famiglie che le imprese”, evidenzia.

Numeri positivi per la Sicilia in tutti gli ambiti che riguardano l’energia: “In questo momento, a livello di fonti rinnovabili, siamo la quinta regione d’Italia, ma dal punto di vista dell’attrattività che oggi abbiamo, e questo lo possiamo riscontrare sul portale dell’autorizzazione di Terna, le richieste di connessioni sono fatte in Sicilia e ci portano a essere il primo mercato in Italia su questo tema sia per quanto riguarda il fotovoltaico che per quanto riguarda l’eolico”.

(ITALPRESS)

risuser

Lascia una risposta

Chiusi
Chiusi

Inserisci il tuo username o il tuo indirizzo email. Riceverai via email un link per creare una nuova password.

Chiusi

Chiusi