fbpx

Aiuti a pioggia alle cantine sociali siciliane: dalla Regione 8 milioni di euro

Aiuti a pioggia alle cantine sociali siciliane: dalla Regione 8 milioni di euro

Aiuti a pioggia alle cantine sociali siciliane: dalla Regione 8 milioni di euro

Un aiuto per tutte quelle cantine sociali che hanno dovuto sopportare l’incremento dei tassi di interesse sui muti e prestiti di durata annuale e oltre. In tutto sono stati messi a disposizione 8 milioni di euro, che andranno alle cantine sociali, costituite in forma cooperativa, con sede legale ed operativa sul territorio regionale. Gli interventi di aiuto sono finalizzati a compensare maggiori oneri finanziari sostenuti a causa dell’aumento dei tassi di interesse a partire dal 24 febbraio 2022 al 30 novembre 2023, nonché per i mutui e prestiti di qualsiasi natura, accesi in data precedente al 24 febbraio 2022. L’entità dell’aiuto sarà definita in relazione alle richieste ammissibili, rispetto alla dotazione finanziaria disponibile. Considerato che la finalità dell’operazione è quella di fornire il più ampio supporto alle categorie interessate, saranno finanziate tutte le istanze che soddisfano le condizioni di ammissibilità.

Aiutare le cantine sociali per sorreggere l’intera economia isolana

Le domande dovranno essere trasmesse al dipartimento regionale dell’Agricoltura entro il 15 dicembre prossimo. Sulla base dell’elenco definitivo delle domande di aiuto ammissibili, verranno espletati i controlli previsti in materia di aiuti di Stato, verificando nel Registro nazionale aiuti di Stato (Rna) che non siano stati superati i massimali di aiuto pertinenti e, in base ai numeri acquisiti, l’aiuto concesso verrà eventualmente ridotto per rientrare nel range indicato per legge. L’Amministrazione, successivamente all’erogazione dell’aiuto, procederà allo svolgimento dei controlli previsti dalla normativa per verificare la veridicità delle dichiarazioni rilasciate in sede di presentazione della domanda, nonché́ il rispetto degli obblighi specifici connessi all’ammissione e all’erogazione dell’aiuto. Nel caso di esito negativo si procederà alla revoca dell’aiuto. In particolare, sarà verificata l’ammissibilità del beneficiario sulla base dei documenti e delle dichiarazioni allegate alla domanda, delle informazioni derivanti dal fascicolo aziendale, oltre che da ogni altra base dati informativa ufficiale disponibile.

Come la guerra in Ucraina ha avuto influenza sulla economia isolana

Il bando prende le mosse, tra le altre cose, dal report del Crea, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, “Agroalimentare e guerra: gli effetti sui costi e sui risultati economici delle aziende agricole italiane”, elaborato sulla base dei dati aziendali rilevati dalla rete Rica, Rete d’informazione contabile agricola. Tale rapporto ha evidenziato come il conflitto Russia-Ucraina abbia avuto un influenza pesante in termini di costi sulle aziende isolane, da cui la necessità delle istituzioni di intervenire a supporto.

redazione

Lascia una risposta

Chiusi
Chiusi

Inserisci il tuo username o il tuo indirizzo email. Riceverai via email un link per creare una nuova password.

Chiusi

Chiusi