fbpx

Scadenza proroga Rottamazione quater vicina

Scadenza proroga Rottamazione quater vicina

Scadenza proroga Rottamazione quater vicina

Come pagare le rate previste per usufruire della cosiddetta rottamazione quater (anche nota come Definizione Agevolata): ecco le scadenze e le modalità consentite per versare il contributo dovuto all'Agenzia delle Entrate.

Rottamazione quater, come pagare

Per pagare i moduli allegati alla "Comunicazione delle somme dovute" della rottamazione quater esistono diversi canali sia online che offline. In particolare, le rate si possono pagare:

Con il servizio Paga Online direttamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate o sull’App Equiclick;

Per pagare online si possono usare anche i canali telematici delle banche, di Poste Italiane e di tutti i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti al noto PagoPA.

Servizio di domiciliazione bancaria attivo alla sezione "Definizione agevolata" dell'Agenzia delle Entrate.

Si può pagare anche in banche, Poste, ricevitorie e tabaccai.

Le scadenze della rottamazione quater

Per mantenere i benefici della Definizione agevolata (“Rottamazione-quater”) bisogna effettuare il versamento delle prime tre rate entro il 15 marzo 2024. La scadenza per la terza rata è del 28 febbraio 2024, con tolleranza di 5 giorni (fino al 4 marzo 2024).

Le restanti rate del 2024 della rottamazione quater andranno saldate entro il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre.

La doppia proroga

Di recente è stata approvata la sanatoria per la rottamazione quater, una proroga sul versamento delle prime tre rate non pagate. La scadenza è segnata al 15 marzo, con tolleranza prevista di 5 giorni: l'Agenzia delle Entrate, quindi, considera tempestivo il pagamento giunto entro mercoledì 20 marzo 2024. In caso di mancato pagamento o se il pagamento avviene oltre il termine ultimo o per importi parziali, il contribuente rischia di perdere i benefici della misura agevolativa.

Cos'è la rottamazione quater

La Definizione agevolata (o rottamazione-quater) prevede "la possibilità per il contribuente di estinguere i debiti relativi ai carichi rientranti nell’ambito applicativo, versando unicamente le somme dovute a titolo di capitale e quelle maturate a titolo di rimborso spese per le procedure esecutive e per i diritti di notifica". Vale per i debiti dall'1 gennaio 2000 al 30 giugno 2022. Non sono da corrispondere le somme dovute a titolo di interessi iscritti a ruolo, sanzioni, interessi di mora e aggio. Di seguito un articolo sulle notizie relative alla misura nel 2024.

[1] http://agenziaentrateriscossione.gov.it
[2] https://qds.it/poste-italiane-risultati-2023-dati/
[3] https://qds.it/spid-cie-e-pagopa-tre-pilastri-pubblica-amministrazione-digitale/
[4] https://qds.it/rottamazione-quater-cartelle-pace-fiscale-2024-ultime-notizie/
[5] https://qds.it/sanatoria-rottamazione-quater-cartelle-2024-proroga-scadenza/
[6] https://qds.it/rottamazione-quater-cartelle-pace-fiscale-2024-ultime-notizie/

risuser

Lascia una risposta

Chiusi
Chiusi

Inserisci il tuo username o il tuo indirizzo email. Riceverai via email un link per creare una nuova password.

Chiusi

Chiusi