fbpx

Comune di Palermo, stabilizzati 350 dipendenti comunali

Comune di Palermo, stabilizzati 350 dipendenti comunali

Comune di Palermo, stabilizzati 350 dipendenti comunali

Il Comune ha annunciato la prossima stabilizzazione di altri 350 lavoratori part time. Si tratta di personale ex categoria C, appartenente all’Area degli istruttori, che era stato assunto con contratti a tempo parziale e indeterminato e che aveva già beneficiato, con decorrenza 01/03/2023, della manovra di aumento a 30 ore settimanali per tutto il personale in servizio a tempo parziale.

“Con la stabilizzazione a tempo pieno e indeterminato di 350 unità ex categoria C – hanno affermato il sindaco Roberto Lagalla e l’assessore al Personale Dario Falzone - l’Amministrazione comunale si appresta a rispettare e a completare un’ulteriore tappa del Piano di Fabbisogno del personale. In questo modo, riusciamo anche a potenziare settori nevralgici del Comune di Palermo, come per esempio il Corpo della Polizia municipale e quello degli istruttori contabili. Un altro passo in avanti, dopo che alla fine dello scorso anno sono stati stabilizzati i dipendenti ex categoria D”.

Assunto l’impegno di spesa e dopo l’approvazione di tutti i documenti contabili previsti dalla normativa vigente in materia, che condizionano le assunzioni di personale, l'Amministrazione procederà alle convocazioni degli interessati per la stipula dei relativi contratti a tempo pieno (36 ore) e indeterminato.

La manovra di aumento a 36 ore, che è il risultato di quanto previsto con le Deliberazioni di Giunta comunale numero 215 del 07/07/2023 (Programmazione di spesa anni 2024-2031 relativa all’utilizzo delle risorse previste per il personale), numero 244 del 08/08/2023 (Integrazione del Piano triennale del Fabbisogno del personale 2023/2025) e numero 47 dell’11/03/2024 (Integrazione del Piano triennale dei fabbisogni del personale 2024/2026 del Comune di Palermo), è in linea con quanto già posto in essere per il personale di categoria D con decorrenza dal 13/12/2023.

“L’aumento a 36 ore settimanali per 350 lavoratori part time del Comune – hanno commentato Giuseppe Badagliacca e Nicola Scaglione del Csa-Cisal - è il risultato di un lungo percorso che ha visto il Csa-Cisal parte attiva e propositiva. Un’operazione che consentirà di dare il giusto riconoscimento a lavoratrici e lavoratori e rinforzare il personale comunale in uffici nevralgici, garantendo servizi migliori alla città. Ora toccherà a circa 1.700 lavoratori di categoria A e B, definendo così il processo del completamento orario per tutti i part time; un passaggio che seguiremo con attenzione per il ruolo imprescindibile di questo personale”.

“Altrettanto necessario – hanno concluso i rappresentanti sindacali - è procedere, senza indugio, allo sblocco delle progressioni di carriera ferme da oltre vent’anni utilizzando tutte le risorse dello 0,55% entro il 2025. Un riconoscimento doveroso per tutte le lavoratrici e i lavoratori che spesso svolgono mansioni superiori, in condizioni difficili, con stipendi fra i più bassi della Pubblica amministrazione e che da troppi anni si vedono negare il giusto riconoscimento di carriera”.

risuser

Lascia una risposta

Chiusi
Chiusi

Inserisci il tuo username o il tuo indirizzo email. Riceverai via email un link per creare una nuova password.

Chiusi

Chiusi