fbpx

Assistenza sanitaria di prossimità, a Palermo prima Conferenza organizzativa della Rete Civica Salute

Assistenza sanitaria di prossimità, a Palermo prima Conferenza organizzativa della Rete Civica Salute

Assistenza sanitaria di prossimità, a Palermo prima Conferenza organizzativa della Rete Civica Salute

La salute al centro: medicina di prossimità e valorizzazione delle risorse delle comunità per il rafforzamento dell’assistenza territoriale. Sono questi gli obiettivi della prima Conferenza organizzativa a Palermo della Rete Civica Salute, organizzata con il patrocinio dell’Anci Sicilia.

L’evento, dal titolo “L’alleanza per il benessere delle persone e delle Comunità” si terrà venerdì 17 maggio alle 16 a Villa Niscemi. Sono coinvolti nel meeting i sindaci dei Comuni e i Comitati consultivi aziendali della Città metropolitana di Palermo, nonché le diverse delegazioni di Rcs delle province dell’Isola.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Palermo Roberto Lagalla, del dirigente generale del Dipartimento per le attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico Dasoe Salvatore Requirez, e della commissaria dell’Asp di Palermo Daniela Faraoni, saranno presentati dal neo coordinatore provinciale Rcs di Palermo Emanuele Marino i coordinatori Rcs nei dieci distretti sanitari palermitani.

I coordinatori che parteciperanno all’evento sono: Calogero Di Maio per Palermo, Valentina Allotta per Bagheria, Gianvito Mistretta per Carini, Salvo Vazzana per Cefalù, Rossella Sucato per Corleone, Francesca Orlando per Lercara Friddi, Maria Serena Ingrassia per Misilmeri, Mario Botta per Petralia Sottana, Vito Ragusa per Partinico, Enrico Corpora per Termini Imerese.

La Rcs opererà in sinergia con le Amministrazioni comunali per il miglioramento della tutela della salute, che interseca tutte le dimensioni del welfare di comunità, e per attuare la co-progettazione indicata dal Pnrr nello sviluppo dell’assistenza territoriale del Ssn.

Il raggiungimento dell’obiettivo dell’attuazione della co-progettazione verrà perseguita attraverso le “reti di prossimità, centrali operative territoriali, case e ospedali di comunità”, secondo le previsioni del Dm 77/2022 che persegue “la valorizzazione della partecipazione di tutte le risorse della comunità, enti locali e terzo settore”.

L’evento s’inquadra nel supporto alla sperimentazione avviata anche dall’Asp di Palermo in base alla convenzione Agenas-Regione siciliana.

Tra i partner istituzionali di Rcs, sono stati coinvolti nell’evento anche l’Anci Sicilia, l’Ufficio scolastico regionale, gli Ordini regionali degli assistenti sociali e degli psicologi, federconsumatori, e il Garante regionale della persona con disabilità.

Il coordinatore regionale Pieremilio Vasta modererà il focus “La sussidiarietà al bene comune della Rcs e l’Empowerment dei riferimenti civici come risorsa in più del Ssr”.

Al panel parteciperanno diversi testimonial della Rcs: la sindacalista Concetta Balistreri, Valentina Chinnici, deputata dell’Assemblea regionale siciliana, Giuseppe Notarstefano, presidente Azione cattolica italiana, Gianni Notari, direttore Istituto Pedro Arrupe, e Massimo Russo, già assessore alla salute della Regione siciliana.

risuser

Lascia una risposta

Chiusi
Chiusi

Inserisci il tuo username o il tuo indirizzo email. Riceverai via email un link per creare una nuova password.

Chiusi

Chiusi